Knowledge is power


La parte destra del cervello, alla riconquista dell’emisfero creativo

La parte destra del cervello, alla riconquista dell’emisfero creativo

Disegnare è il modo più immediato per comunicare e traslare il pensiero al di fuori della nostra mente, ma troppo spesso intervengono preconcetti che qualificano questo gesto come riservato a un numero limitato di destinatari, a coloro che sarebbero “portati” a una sintesi creativa.  In realtà, se si sa scrivere è giusto pensare di saper disegnare! Per disegnare non è, infatti, necessario essere dotati di particolari capacità se non quella di imparare a guardare con occhi nuovi e di riportare su foglio ciò che si è visto, nella giusta maniera, facendosi aiutare da chi solitamente ci impedisce  di farlo: il nostro cervello.

Disegnare è possibile per tutti; questo si è dimostrato durante l’incontro, attraverso un laboratorio pratico durante il quale si è riscoperto come riappropriarsi delle capacità – insite in noi– di sintesi figurativa e interpretazione figurata della realtà.

La Prof.ssa Ombretta Fusco, in qualità di docente di Storia dell’Arte, ha tenuto una lezione seminariale dal titolo “La parte destra del cervello, alla riconquista dell’emisfero creativo”.
Durante l’incontro si sono svolti diversi esercizi pratici consistenti nella rappresentazione grafica di figure semplici con approcci non convenzionali che hanno dimostrato l’insussistenza dell’incapacità/capacità natìa di disegnare, il tutto volto a supportare la teoria secondo la quale il nostro emisfero “creativo” (emisfero destro), se adeguatamente esercitato, restituisce abilità sempre più sviluppate nel disegno accrescendo la creatività.